Trentino: cosa vedere in 5 giorni

Sei alla ricerca di idee per il tuo viaggio in Trentino? In questo articolo ne trovi ben 10, quasi tutte immerse nella natura. Direttamente sperimentati nella seconda settimana del nostro viaggio in van.
Questa regione, oltre ad essere conosciuta per il buonissimo speck, ospita le Dolomiti: uniche nel loro genere. In passato venivano chiamate “Monti Pallidi” per la loro capacità di riflettere la luce.

Prima di partire voglio renderti consapevole che viaggiare in Trentino regala emozioni uniche, ma è molto costoso. Partendo dai parcheggi alle funivie. Non per questo devi rinunciarci, semplicemente ti consigliamo di informarti e organizzare bene il viaggio per non avere sorprese e dover cambiare all’ultimo le tappe.

Buona organizzazione!

1. Forte di Strino

Pochi km dopo il Passo del Tonale, appena varcato il confine del Trentino, si incontra il primo forte austriaco costruito nel 1860. Il forte di Strino è completamente restaurato, al suo interno vi è una mostra della “guerra bianca” visitabile pagando il biglietto di 4€. Altrimenti potete ammirarlo dall’esterno, da lassù si gode di una bellissima vista sulle montagne dell’alta Val Vermiglio. È facile da trovare, lo vedi dalla strada. Poco dopo c’è un parcheggio dove puoi lasciare il tuo mezzo.

Forte di Strino, Trentino

2. Cles e il lago di S. Giustina

Entriamo nella Val di Non: paradiso della mela D.O.P. Qui si è completamente circondati dai meleti pieni dei piccoli frutti che matureranno e verranno raccolti in autunno. Se passi di qui tra aprile e maggio puoi ammirarne la fioritura.
Tappa da non perdere è la cittadina di Cles. Ti consigliamo di raggiungere il punto panoramico dove si ha una vista magnifica sul castello di Cles che sorge sulle sponde del lago di S. Giustina. Purtroppo non è visitabile, ma vi sono molti altri castelli nella zona aperti al pubblico. Qui trovi maggiori informazioni.

Vista da Cles: lago di S. Giustina e castello Cles, Trentino

3. Eremo di S. Giustina 

Superato il ponte, dopo la diga del lago di S. Giustina, trovi un’area picnic. Parcheggia qui e segui le indicazioni per l’eremo di S. Giustina. Il sentiero passa attraverso i meleti, al bivio mantieni la destra. Piano piano ci si addentra nel canyon creato dal fiume Noce. In lontananza si scorgono le cime del Brenta. Una passeggiata breve, circa 40 minuti andata e ritorno, ma con panorami mozzafiato assicurati! 

4. Santuario di S. Romedio

Sempre nella Val di Non, vicino a Sanzeno, è tutto da scoprire il Santuario di S. Romedio. È stato costruito su una rupe di 70 m. Al suo interno vi sono 131 scalini che collegano le diverse edicole della passione e cappelle. La leggenda del Santo, a cui è dedicato questo luogo di culto, ha come protagonista un orso. Motivo per il quale Bruno viene ospitato proprio qui. Il santuario si raggiunge a piedi attraverso un sentiero molto suggestivo scavato nella roccia. Parte dal museo Retico a Sanzeno e richiede solamente 45 minuti. Altrimenti puoi arrivare in macchina direttamente alla scalinata che porta al Santuario. 

5. Lago di Carezza

Lago di Carezza, Trentino

In Val d’Ega si trova questo piccolo lago alpino. Le sue acque colore smeraldo sembrano incantate. Abbiamo avuto la fortuna di vederlo prima della tempesta del 2018 che ha provocato la caduta della maggior parte dei pini che facevano da cornice a questo lago. Il parcheggio è a pagamento.

6. Val di Funes

Ai piedi delle Odle, vicino alla malga Zannes, partono tanti sentieri. C’è un ampio parcheggio a pagamento (8€ macchina, 12€ camper per tutto il giorno). Noi abbiamo scelto quello delle malghe lungo circa 9 km. Durante la camminata si incontrano tre malghe dove puoi provare i sapori tipici del südtirol e goderti la vista pazzesca sulle Dolomiti. Prima di arrivare qui non puoi perderti la foto di rito alla chiesetta di S. Giovanni

7. Alpe di Siusi e Seceda

Il più vasto altopiano d’Europa si trova in Trentino! Sull’Alpe di Siusi ti aspettano più di 400 sentieri e sport per tutti i gusti. Oltre a panorami ovviamente stupendi! Seceda invece è una vetta delle Odle da cui puoi scattare foto davvero suggestive. Entrambi i luoghi si raggiungono tramite cabinovia, i prezzi sono piuttosto alti. Per questo motivo noi abbiamo dovuto rinunciare, ma ve li consigliamo comunque per la loro estrema bellezza. Tutte le info le trovi cliccando sui link. 

8. Passo Sella 

Punto strategico il Passo Sella, dai suoi 2240 m si possono ammirare il gruppo dolomitico Sella, Sassolungo e la mitica Marmolada. Collega la Val Gardena con la Val di Fassa. Anche qui ci sono molte escursioni da fare. Noi abbiamo percorso quello che costeggia il gruppo Sella. Consigliamo davvero una tappa qui per ammirare le Dolomiti che, con la luce del tramonto (o dell’alba se sei mattiniero), si colorano di arancione. 

9. Lago di Braies

Sulle acque del lago di Braies dondolano dolcemente le barchette marroni che contrastano con il verde smeraldo dell’acqua. Al fondo del lago torreggia la dolomite Croda del becco. Qui puoi camminare lungo il sentiero che circonda il lago, richiede circa un’ora. Altrimenti, se hai bisogno di più adrenalina, puoi raggiungere la cresta della dolomite attraverso un sentiero di quasi 14 km che passa attraverso la gola “Buco del Giavo”. Il parcheggio è a pagamento, ma se hai voglia di camminare puoi lasciare la macchina nel punto gps che trovi sulla mappa. Da qui parte una camminata di 3,5 km che raggiunge il lago in un’ora.

10. Bressanone

Una delle città più importanti del Trentino, si trova a 100 km da Trento. Il centro è pedonale, le attrazioni si trovano tutte vicine. Ti consigliamo di visitare:

  • Il duomo di S. Maria Assunta e S. Cassiano
  • Giardino vescovile
  • Torre bianca
  • Giro dei portici
  • Abbazia di Novacella
  • Mercatini di Natale se ti trovi a Bressanone a Dicembre.

Se vuoi conoscere le tappe precedenti del nostro viaggio in van puoi leggerle qui, con tanti consigli sulla Lombardia.

Ecco la mappa con i luoghi di cui abbiamo parlato

Se hai trovato informazioni utili salva l’articolo e mandalo ai tuoi compagni di viaggio. Se conosci altri posti da non perdere in Trentino condividili con noi qui sotto!

2 commenti su “Trentino: cosa vedere in 5 giorni”

  1. Conosco tutti i posti che avete visto ma sono stata solo in alcuni. Anch’io ho avuto la fortuna di conoscere il lago di Carezza prima della tempesta Vaia ed è a tutti gli effetti uno dei miei posti del cuore. Così a caldo mi piacerebbe dedicare una giornata intera a Bressanone e almeno una giornata alla val di Funes.

    1. Purtroppo la tempesta ha completamente cambiato il paesaggio attorno al lago. Sicuramente verrà conservato nel cuore quella meraviglia. A te che piace molto fare escursioni c’è solo l’imbarazzo della scelta, del resto, come in tutta la nostra splendida Italia 😍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.